Bergen

LiveOil

Cultural Association

Bergen: gioiello paesaggistico e polo innovativo per le tecnologie subacquee

Bergen è la seconda città più popolata della Norvegia malgrado la sua popolazione non superi i 300.000 abitanti. Si affaccia sul Mare del Nord, tra i fiordi tipici del paesaggio norvegese. Una volta famosa soprattutto come snodo essenziale delle attività regionali legate alla pesca, ha saputo mettere a frutto con lodevole lungimiranza i proventi derivanti dalla fiorente attività di estrazione di idrocarburi nel Mare del Nord.

 

La bellezza di un luogo la percepisci dalla vista dal finestrino dell'aereo quanto ormai sei in prossimità di atterrarci. Bergen non fà eccezione, la bellezza del paesaggio dei fiordi che la circondano non tradisce quello che poi è il fascino della città. Essenziale, come nella migliore tradizione luterana, ed algida come il clima, la città ti accoglie con una discrezione che ti riconsegna ad una dimensione intimistica da noi ormai perduta. Si avverte una logica individualistica, intesa come rispetto della persona e dei suoi spazi, che assume un valore positivo in contrapposizione all'interpretazione distorta che ormai ha assunto nella nostra società. Da una economia basata sulla pesca grazie alla posizione strategica nel Mare del nord, Bergen si è trasformata nel centro di un polo tecnologico/innovativo di importanza globale. I proventi dalle attivtà di estrazione petrolifera nei giacimenti a largo delle coste norvegesi sono stati sapientemente reinvestiti in joint ventures legate allo sviluppo delle tecnologie subacquee. Non sorprende che oggi il 55% delle innovazioni tecnologiche del settore provengano dalla Norvegia e specificatamente dall'area industriale di Bergen.

Bryggen: Patrimonio UNESCO dell'umanità

Bryggen (dal norvegese en Brygg che significa il molo è lo storico quartiere sul lungomare della città di Bergen in costituito da case di legno edificate in linea e sede dei commercianti della lega anseatica dal XIV al XVIII secolo. Il quartiere occupa tutto il lato orientale della baia di Vågen.

La fondazione di Bergen risale al 1070 e nel 1360 vi fu aperto un ufficio (Kontor) della Lega Anseatica, la città divenne un importante centro del commercio. Gli scambi riguardavano soprattutto lo stoccafisso proveniente dal nord del paese e i cereali proveniente dall'Europa. Negli edifici di Bryggen risiedevano gli impiegati, in maggioranza tedeschi, della lega, le attività amministrative e i magazzini. Gli edifici furono ricostruito in seguito all'incendio del 1702 che distrusse gran parte dell'area. Attualmente circa un quarto degli edifici sono ancora originali le costruzioni restanti sono più recenti anche se alcune strutture interrate risalgono al XV secolo.

Gli edifici ospitano attività legate al turismo, negozi, ristoranti e musei tra i quali il museo anseatico e il museo di Bryggen. Il quartiere con le sue circa 280 case di legno è stato classificato dall'UNESCO tra i patrimoni dell'umanità.

 

 

 

Floyen: un panorama da non perdere

Floibanen è la funicolare che porta sull'altura del Floyen da dove si può godere una vista mozzafiato di Bergen e dei fiordi che la circondano. Da non perdere...

Fiskmarket: Il mercato del pesce di Bergen

Il mercato ittico di Bergen è più antico di 700 anni e rimane una delle attrazioni turistiche principali della città. Si può acquistare pesce fresco del Nord compresa la carne di balena la cui pesca è permessa in Norvegia. I banchi di pesce sono anche attrezzati per cucinare il pesce fresco seduta stante....da provare!

Se il salmone è la vostra passione non potete mancare di assaporare il gusto unico di un trancio di salmone fresco cucinato appositamente per voi al mercato ittico di Bergen! con molta probbailità il cuoco sarà italiano e non mancherà di elogiare il sistema di vita locale basato su regole chiare e sul pieno rispetto dell'individuo e dei suoi meriti.